I 7 fattori chiave per una strategia di marketing virale irresistibile.

I 7 fattori chiave per una strategia di marketing virale irresistibile.

Sapete, prima di metter mano alla tastiera e scrivere questo articolo, mi sono scervellato giorni e giorni per trovare il modo migliore di spiegarvi cos’è il marketing virale. All’inizio avevo pensato ad una definizione scolastica o ad un qualche paragone improbabile con il passaparola.

Poi ho capito che sarebbe bastato questo.

Will It Blend?” è il nome del format creato da Tom Dickson e George Wright, rispettivamente CEO e Marketing Manager dell’azienda Blendtec. Il video qui sopra da solo, ha fatto registrare qualcosa come 18 milioni di visualizzazioni, è la serie continua con gag esilaranti in cui vengono frullati smartphones, tablet, palline da golf, pennarelli e mazze da baseball, fra le altre cose.

Il successo di questi video, ovviamente, non è qualcosa di replicabile nel senso più stretto del termine. Nel marketing virale ciò che conta davvero è l’intuito e la fantasia, ovvero la capacità di pensare fuori dagli schemi per creare un format pubblicitario originale ed irresistibile.

Ci sono comunque delle costanti che accomunano le strategie di successo nel marketing virale ( si possono rintracciare benissimo anche nei video di Will il Blend) e riprendendo un bel articolo di Thai Nguyen su Entrepreneur, facciamo una rapida panoramica dei 7 fattori chiave che contraddistinguono un format virale irresistibile.

1) Evocare sensazioni emozioni forti

Che si tratti di stupire, sconvolgere o galvanizzare la vostra audience, l’importante è che il messaggio sia emozionalmente coinvolgente e genuino. E’ fondamentale creare una connessione forte e sincera con chi sta dall’altra parte dello schermo. Che sia positivo o negativo, che susciti risate, ansia o rabbia, il contenuto da voi creato verrà condiviso solo se in grado di mobilitare le persone a schierarsi da una parte o dall’altra, alimentando una discussione intorno ad esso.

2) Messaggio pragmatico

Create una call to action utile, educativa e pratica, in modo da stimolare la condivisione del contenuto che dovrà essere emozionalmente e socialmente rilevante per l’audicence a cui vi rivolgete. Questo è anche il motivo dell’enorme successo di articoli-lista “come fare..” e post corredati da infografiche e tabelle esplicative.

3) Parlate come mangiate

Un contenuto davvero virale dev’essere prima di tutto leggibile. Le informazioni che fornite, per quanto importanti o sconvolgenti siano, devono essere comunicate in modo chiaro e coinciso. Questi test di leggibilità (qui in inglese) sono un buon strumento per verificare che il testo da voi scritto sia il più comprensibile possibile.

4) Create un titolo accattivante

A riguardo sono stati scritti un numero sconfinato di articoli, ma il suggerimento di fondo rimane uno : trovate le parole giuste. Catturare l’attenzione del lettore è più un’arte che una scienza, prendetevi quindi del tempo per studiare i titoli che invadono le vostre bacheche o la homepage del vostro quotidiano on-line e trovate l’ispirazione giusta, poi sedetevi e tirate fuori un’idea vincente. Aaron Haynes, di RiseDigitalsuggerisce di scrivere dai 7 ai 10 titoli per ogni contenuto pubblicato, ri-arrangiando e semplificando di volta in volta il messaggio.

5) Credibilità e fiducia

Le persone condividono solo contenuti in cui credono o si riconoscono, provenienti da fonti di cui si fidano. Per costruirsi una reputazione on-line che stimoli questa fiducia è fondamentale citare statistiche, articoli ed esperti del vostro settore nel modo giusto.
Storie ed esperienze personali sono la testa di ponte che vi porta a creare un legame sincero con la vostra audience, ma per dare credibilità a tutto questo bisogna citare le fonti e le persone giuste.

6) Date alla vostra comunicazione un tocco creativo

Foto, video, infografiche, disegni, fumetti e qualsiasi altro contenuto originale metterà il turbo al vostro messaggio. Anche il layout, le grafiche, i paragrafi e persino il form dei testi sono fondamentali. Tutti questi elementi creano la visual del vostro contenuto, incorniciano, completano e definiscono la vostra comunicazione. Più questi elementi complementari risultano semplici, creativi e di tendenza, più le persone saranno stimolate a condividerne il contenuto.

7) Pubblicate durante le ore di punta

Tanto quanto il cosa, è importante il quando si pubblica. Il lunedì e il martedì sono i giorni migliori per condividere il vostro contenuto. La maggior parte dei blog, social network e siti di informazione raggiungono il picco di traffico intorno fra le 11 e le 14 di questi due giorni. Per le e-mail, invece, l’orario perfetto è quello dalle 7 alle 10 di sera. Il week end, invece, con i suoi tempi morti, è un buon momento per riportare il contenuto di inizio settimana, stimolando discussioni e call-to-action sull’argomento.

Alessandro Bergamin
Alessandro Bergamin
Project Manager e Ceo di VoglioClienti, un' azienda innovativa che si occupa di strategie web per aumentare i clienti e le vendite. Appassionato di e-commerce e marketing, negli ultimi anni ha creato e gestito numerosi negozi online oltre che business paralleli.