3 ottime ragioni per iniziare ad sfruttare Snapchat e compagnia bella per il vostro web marketing.

3 ottime ragioni per iniziare ad sfruttare Snapchat e compagnia bella per il vostro web marketing.

3 ottime ragioni per iniziare ad sfruttare Snapchat e compagnia bella per il vostro web marketing.

3 ottime ragioni per iniziare ad sfruttare Snapchat e compagnia bella per il vostro web marketing.

Snpachat è un’applicazione a metà strada fra il social media (Facebook e compagnia) e l’app di instant messaging (tipo Telegram o WhatsApp, per intenderci) che permette di scambiarsi foto e brevi video (durata massima 10 secondi) che vengono cancellati in automatico dopo la visualizzazione, e di condividere album pubblici di foto e video accessibili da tutti i propri contatti per un periodo di 24 ore. Tanto per farvi un’idea del giro d’affari che ruota intorno a questa app, vi basti sapere che in alcuni paesi gli sviluppatori hanno reso possibile associare una carta di credito al proprio account e inviare piccole somme di denaro via chat.

Detto ciò, ecco 3 ottime ragioni per cui dovreste iniziare ad usarlo (insieme a WhatsApp e Telegram) e fare delle app di instant messaging il vostro nuovo strumento di marketing prediletto.

1) Il marketing diventerà personale, nel senso più letterale del termine.

Lasciate perdere tutte quelle storie sul marketing personalizzato, che non vuol dire un bel niente. Amazon – con la sua montagna di dati sulle vendite, ha provato a personalizzare la sua offerta, salvo poi rendersi conto che quello che ciò che fa la differenza per i clienti non un è suggerimento azzeccato in alto a destra, ma la possibilità di essere seguiti personalmente da un venditore affabile e preparato, che combini la praticità dello shopping online con il calore umano delle compere in bottega. Un compito in cui si alterneranno bots e umani in carne ed ossa, a sentire Tech Crunch.

2) Fare conversazione per andare oltre il prodotto.

Sicuramente assumere (o delegare a) copywriter, grafici e videomaker è la base fondamentale per un content marketing fatto come si deve, che crei una brand identity forte e riconoscibile – ma il perno intorno cui ruoterà il marketing dei prossimi anni sarà legato al rapporto che si riuscirà a creare con i clienti.

I brand dovranno diventare sempre più simili a persone, facilitando l’interazione con il cliente fino a ridefinire il rapporto azienda-cliente in un qualcosa di molto simile ad un’amicizia fatta di conversazioni one-to-one piene di consigli d’acquisto (esempio flash n 1: ogni mese TripAdvisor vi invia i contatti delle migliori guide per i viaggi che avete in programma), insights esclusivi (esempio flash n 2: avete comprato l’ultimo Uncharted prenotandolo; Naughty Dog vi regala un pacchetto mappe esclusivo e approfondimenti sulla storia dei personaggi secondari) e “regali” (esempio flash n 3: quelli di Naughty Dog decidono pure di regalarvi il pacchetto remastered dei primi Uncharted, ho un biglietto omaggio per la prima di un seguito cinematografico [magari]).

3) Coinvolgere sarà la nuova parola d’ordine.

E lo si farà comunicando, guardando, condividendo e giocando non verso i clienti ma con i clienti. Dimenticatevi banner, native advertising e product placement, e iniziate a sintonizzarvi sull’onda dell’instant messaging fatta di contenuti interattivi, realtà virtuale e condivisone di contenuti esperienziali personalizzabili, giocabili, che fanno del coinvolgimento il fulcro del rapporto con il cliente.

Certo, sicuramente sentir parlare di tutte queste novità può sembrare prematuro in un Italia che si muove sempre con qualche annetto di ritardo sulla concorrenza del web, ma c’è sempre spazio (e ampi margini di guadagno) per chi sa cavalcare l’onda delle novità con coraggio e inventiva – le nostre eccellenze nazionali lo dimostrano : il marketing è tutto un gioco d’anticipo.

 

Hei tu! Allora, ti è piaciuto l’articolo? Hai altro aggiungere in proposito? Spunti, riflessioni, critiche, argomentazioni che ritieni interessanti? Se pensi di avere qualcosa da dire, condividi il tuo pensiero con me, sarò entusiasta di parlarne e discuterne apertamente!

 

 

Alessandro Bergamin
Alessandro Bergamin
Project Manager e Ceo di VoglioClienti, un' azienda innovativa che si occupa di strategie web per aumentare i clienti e le vendite. Appassionato di e-commerce e marketing, negli ultimi anni ha creato e gestito numerosi negozi online oltre che business paralleli.