Questi sono i trend di content marketing da tenere d’occhio nei prossimi mesi.

Questi sono i trend di content marketing da tenere d’occhio nei prossimi mesi.

Questi sono i trend di content marketing da tenere d'occhio nei prossimi mesi.

Questi sono trend di content marketing da tenere d'occhio nei prossimi mesi.

Il content marketing sta evolvendosi velocemente. Quelli che una volta erano semplicemente contenuti da postare badando poco a qualità e targetizzazione, sono ora diventati il nodo centrale di qualsiasi strategia di marketing via web e social media, e questo sta rendendo necessaria una ristrutturazione del modo in cui si creano, si pubblicano e si promuovono i contenuti online.

In questo senso, i trend da seguire per restare al passo con i tempi e sfruttare al massimo la resa di articoli, video post e quant’altro, sono essenzialmente 3.

1) Migliorare la qualità dei contenuti, tenendo conto degli interessi del tuo pubblico.

La qualità, ormai, è un requisito imprescindibile da un post o un articolo di successo. Ne avevo già parlato in alcuni articoli di qualche settimana fa: si tratta innanzitutto di costruire una strategia che preveda un visual content allineato con la Brand Voice dell’azienda, sfruttando in modo organico materiali quali GIF e foto di stock per arricchire post e articoli, sfruttando video ed infografiche per rendere il messaggio più chiaro e coinciso, sempre tenendo conto degli interessi, dei gusti e delle abitudini della target audience individuata.

2) Sfruttare al massimo la promozione multicanale.

Piattaforme come Hootsuite permettono di programmare la pubblicazione di contenuti su più social media, creando un calendario integrato con una pianificazione editoriale ben definita che aumenta l’efficacia degli sforzi compiuti per garantire un buon livello di qualità dei contenuti (puoi far bene il tuo lavoro finché vuoi, ma se nessuno lo viene a sapere, è come se non avessi fatto niente, giusto?). Inoltre, è fondamentale restare al passo con le ultime novità in fatto di mailing marketing, sfruttando lead magnet e trigger-box che invitino le persone a registrarsi alla vostra newsletter per ottenere contenuti ed insight esclusivi.

Infine, piattaforme come LinkedIn Pulse e Instant Articles permettono di diffondere in modo capillare articoli, comunicati stampa, video e post ricchi di contenuti , sfruttando al massimo le potenzialità virali intrinseche alle nuove caratteristiche delle newsfeed di LinkedIn e Facebook, rispettivamente.

3) Trattare argomenti nuovi riproponendo contenuti “vecchi”.

Succede anche a voi di leggere una notizia sul giornale o sulla bacheca di Facebook ricordando all’improvviso di aver scritto qualcosa in merito solo qualche mese prima? Bene, quando succede, prendetevi la briga di programmare una seconda pubblicazione di quel materiale. Spesso e volentieri, infatti, ci si trova con un sacco di contenuto pubblicato una volta soltanto, passato magari di sfuggita sotto al naso di utenti (sempre più) distratti dal flusso continuo di contenuti che gli si para di di fronte ogni santo giorno. Ripostare contenuti “vecchi” è sempre un buon modo di capitalizzare gli forzi fatti per produrlo.

Infine, è consigliabile un riutilizzo spezzettato degli articoli già pubblicati: scorporando le informazioni chiave di ogni post, infatti, possono essere creati dei contenuti “in pillole” da riutilizzare in una miriade di frangenti, del tipo:

a) Infografiche;

b) Scalette da proporre e discutere attraverso live video e podcast;

c) GIF e mini-video da postare sui social media;

d) argomenti di discussione per live chat, sondaggi, webinar e corsi tradizionali.

Insomma, visti e considerati i trend che ridefiniranno il content marketing nei prossimi mesi, resta solo che da rimboccarsi le maniche e darsi da fare!

 

 

Hei tu! Allora, ti è piaciuto l’articolo? Hai altro aggiungere in proposito? Spunti, riflessioni, critiche, argomentazioni che ritieni interessanti? Se pensi di avere qualcosa da dire, condividi il tuo pensiero con me, sarò entusiasta di parlarne e discuterne apertamente!

 

 

Alessandro Bergamin
Alessandro Bergamin
Project Manager e Ceo di VoglioClienti, un' azienda innovativa che si occupa di strategie web per aumentare i clienti e le vendite. Appassionato di e-commerce e marketing, negli ultimi anni ha creato e gestito numerosi negozi online oltre che business paralleli.