5 Strumenti gratuiti per far crescere la mailing list della tua newsletter.

5 Strumenti gratuiti per far crescere la mailing list della tua newsletter.

newsletter mailing list

Per imprenditori e aziende che coltivano con continuità e impegno la comunicazione con la propria target audience sul web, ottenere sottoscrizioni per la newsletter è uno degli obbiettivi di marketing critici per imporsi sul mercato come attori autorevoli, affidabili, nonché per comunicare agevolmente offerte, eventi.

Ottenere una buona percentuale di conversioni (visite al sito mensili/leads, ad esempio), però, non è cosa semplice. Gli utenti spesso e volentieri si infastidiscono quando pop up invadenti interrompono la loro navigazione sul sito, e questo – unito ad un’attenzione altalenante, concorre a rendere difficile e ben poco remunerativi gli sforzi in questo senso.

Per ovviare a queste difficoltà, si possono implementare alcuni strumenti open-source sul proprio sito per ottimizzare la lead conversion, come quelli qui sotto.

1) Metti in mostra le features più invitanti delle tue newsletter direttamente sulla tua homepage.

Per fare ciò non servono strumenti di sorta; basta modificare l‘homepage, trasformandola in una pagina interattiva che evidenzia i vantaggi e contenuti che si possono ottenere iscrivendosi alla tua newsletter. In questo modo, la possibilità che un utente si convinca a sottoscrivere il form in centro pagina sarà molto più alta, lasciandogli comunque la libertà di continuare la navigazione sul tuo sito.

2) Sfrutta un Feature Box per offrire un Lead Magnets irresistibile.

PlugMatter Optin Feature Box  è un plug in disponibile per WordPress che permette di creare un Feature Box (una finestra che si apre nella parte alta della pagina e permette comunque di navigare in lungo e in largo) dove si offre al visitatore di registrarsi alla newsletter per ottenere contenuti esclusivi (lead magnet), come e-books e infografiche.

3) Aggiungi un link alla pagina per ottenere contenuti di approfondimento.

Se un utente sta leggendo un tuo articolo o un video che spiega, ad esempio, il sistema produttivo della tua azienda, puoi offrire un link che, dietro la sottoscrizione alla newsletter in un apposito form, permette di scaricare approfondimenti e insights esclusivi, come pdf, checklist, video divulgativi, templates, infografiche e cosi via. Per creare questo tipo di links, puoi usare questi due plugins per WordPress: Content Upgrades Pro, LeadBox.

4) Implementa un Scroll-Triggered Box sulle pagine più visitate (o direttamente negli articoli che pubbliche sul tuo blog).

Uno Scroll-Triggered Box è, in parole povere, una piccola finestra che compare a metà articolo (quando si presume che l’utente sia effettivamente interessato) nell’angolo in basso della pagina (in ogni caso, si può scegliere dove farla comparire) e offre la sottoscrizione alla newsletters. Ecco i due plugin gratuiti più consigliati : Scroll Box e Scroll Triggered Boxes.

5) Realizza un Exit-Pop-up e trasforma l’uscita di un visitatore dal tuo sito in un’opportunità.

E’ vero, i pop up sono fra gli strumenti di marketing più fastidiosi del web, ma creando un testo coinvolgente (magari condito con un pizzico di ironia, vista la situazione in cui viene proposto), con immagini che catturino l’attenzione dell’utente in uscita dal tuo sito, è possibile trasformare l’abbandono della pagina in un’occasione per ottenere leads che non avreste mai pensato di riuscire a spuntare. I migliori plugin in circolazione sono OptinMonster, PopUp Domination e List Builder (gratuito).

 

 

 

 

Alessandro Bergamin
Alessandro Bergamin
Project Manager e Ceo di VoglioClienti, un' azienda innovativa che si occupa di strategie web per aumentare i clienti e le vendite. Appassionato di e-commerce e marketing, negli ultimi anni ha creato e gestito numerosi negozi online oltre che business paralleli.