5 trucchi vincenti per migliorare le conversioni della tua newsletter

5 trucchi vincenti per migliorare le conversioni della tua newsletter

7 trucchi vincenti per migliorare le conversioni della tua newsletter

7 trucchi vincenti per migliorare le conversioni della tua newsletter

Creare newsletter che funzionano – con i lettori distratti, cinici e disincantanti con cui ci si ritrova ad aver a che fare al giorno d’oggi, è diventata un’arte in cui pochi riescono ad ottenere risultati soddisfacenti.

Noi di VoglioClienti – modestie a parte, ce la caviamo bene. Perciò, visto e considerato che non toccavo questo argomento da un bel pezzo, oggi ho deciso di svelarti 7 trucchi vincenti per migliorare l’efficacia della tua newsletter.

1) Prenditi il disturbo di creare una newsletter mobile-friendly.

Dati alla mano, già nel “lontano” 2013 circa il 43% delle e-mail vengono aperte via mobile, tant’è che ricerche estere più recenti confermano il dato al rialzo, con 2/3 delle mail aperte via smartphone.

Detto ciò, va da sé che se stai preparando una newsletter, dovresti prendervi la briga di ottimizzarla per la lettura via cellulare, facendo qualche invio di prova agli indirizzi di colleghi e amici.

2) Non affidarti troppo a GIF e immagini per comunicare con il lettore.

Spesso alcuni server di posta bloccano la visualizzazioni delle immagini allegate nelle e-mail finché il lettore non una conferma esplicita. Questo, significa che una newsletter la cui comunicazione si affida prevalentemente ad immagini viene visualizzata come una pagina piena di riquadri bianchi come lenzuoli.

Ovvio che se volete usare le immagini potete farlo, ma non dimenticate di assicurarvi che la descrizione compaia comunque trascrivendo le info cruciali affidate alle immagini, in modo da rendere la mail efficace anche senza una visualizzazione completa.

3) Metti bene in mostra i link e facilita i click, anche su quello di disiscrizione.

Lo scopo di una newsletter, alla fine della fiera, è quello di guidare traffico verso una destinazione specifica, sia essa il tuo sito e-commerce o la pagina di un evento, e per farlo come sia deve i links devono essere ben visibili e facilmente navigabili.

Questo per contro non significa che devi metterti a creare e-mail spam a caratteri cubitali, anzi: il miglior biglietto da visita è una newsletter pulita, chiara, con tanto di link per la disiscrizione ben in vista a fondo pagina. Meglio 10 dieci potenziali clienti persi che 10 “falsi in bilancio” quando è ora di dare un’occhiata alle statistiche di apertura.

4) Non essere troppo prolisso: vai dritto al punto.

Quanta posta ricevi in una giornata che non leggi nemmeno di striscio? Io a tonnellate, e questo perché diciamocelo – a parte alcuni problemi sintattico-grammaticali di fondo, certe e-mail sono decisamente troppo lunghe e dispersive per essere prese sul serio.

Il miglior modo per far si che il lettore legga effettivamente la tua newsletter è andare dritto dritto al punto: devi vendere qualcosa? Fallo, non girarci intorno. Vuoi invitare i lettori ad una festa/evento (ecc ecc..)? Scrivi due righe di presentazione accattivanti e via, sotto con il link diretto alla landing page per la prenotazione.

Di questi tempi nessuno a voglia di perdere tempo (o meglio: di avere la sensazione di perderlo mentre leggono la tua mail). Sii coinciso e fagli risparmiare tempo.

5) Testa ogni e-mail e analizza i risultati in prospettiva.

Come detto al punto uno, la miglior cosa da fare per verificare il buon funzionamento di ogni elemento della newsletter è crearsi un bacino di lettori forti di prova – siano essi amici, familiari o colleghi, e inviare loro il tutto per ottenere un parere che ti aiuti a migliorarla.

Poi, c’è sempre da tener conto delle tue vecchie campagne: confrontare fra loro i dati delle newsletters inviate settimane o mesi prima può aiutarti a perfezionare sempre più l’efficacia delle tue mail.

 

Hei tu! Allora, ti è piaciuto l’articolo? Hai altro aggiungere in proposito? Spunti, riflessioni, critiche, argomentazioni che ritieni interessanti? Se pensi di avere qualcosa da dire, condividi il tuo pensiero qui sotto – oppure prenota il tuo posto al prossimo evento Voglio (più) Clienti e fai sentire la tua voce !

 

 

 

 

 

 

 

Alessandro Bergamin
Alessandro Bergamin
Project Manager e Ceo di VoglioClienti, un' azienda innovativa che si occupa di strategie web per aumentare i clienti e le vendite. Appassionato di e-commerce e marketing, negli ultimi anni ha creato e gestito numerosi negozi online oltre che business paralleli.