Ecco i 4 trend che cambieranno il mobile marketing nel 2016, spiegati.

Ecco i 4 trend che cambieranno il mobile marketing nel 2016, spiegati.

Come sempre, partiamo dai fatti : il 2015 è stato l’anno in cui il traffico mobile (quindi proveniente da tablet, smartphone e palmari) ha superato quello da desktop, evidenziando in modo inequivocabile la centralità di questi dispositivi portatili nella nostra vita di tutti giorni.

Va da sè che l’utilizzo generalizzato e capillare di tablet e smartphone, grazie alla nuova normativa sui cookies, le sempre più sofisticate tecnologie di tracking e la crescita esponenziale dei software per la gestione e l’elaborazione di Big Data ha creato le condizioni per un raffinamento eccezionale del mobile marketing.

Oggi, quindi, ti spiegherò quali sono i 4 top trend che ridefiniranno le interazioni fra aziende e consumatori, in modo che tu possa assimilare, comprendere e sfruttare i cambiamenti di una realtà tecnologica che si evolve a ritmi sempre più incalzanti (per intenderci : Legge di Moore) .

1) Il cliente, da fulcro del marketing, ne diventerà l’ossessione.

Grazie ai big data analytics software incorporati nella maggior parte dei social media, piattaforme per la gestione di blog e siti web, anche chi è alle prime armi con il mobile marketing può accedere a informazioni preziosissime in termini sia di quantità che di qualità attraverso app come Facebook Insight. Gli smartphone fungono da generatori di dati sui loro utenti che vengono poi incorporati in grafici come questo qui sotto, che permettono non solo di sapere cosa succede sulla tua pagina o nel tuo sito, bensì di analizzare e comprendere a fondo il comportamento dei consumatori, elemento ormai sempre più preponderante nel decretare trend e mode, nonché fortune e sfortune delle aziende che possono solo tentare di stare al passo.

 

Screen Shot 2015-12-29 at 11.46.34

Screen Shot 2015-12-29 at 11.51.29

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2) I risultati dei motori di ricerca non saranno più solo un elenco di pagine web.

Facebook e Twitter stanno gia sperimentando video ads post multimediali, video/foto-profilo ma Google sta testando qualcosa che potrebbe rivoluzionare le nostre ricerche via browser. Video ads sponsorizzati e link diretti ai siti per scaricare apps potrebbero presto comparire sullo schermo del tuo smartphone come risultato di una semplice ricerca su Google. Inoltre, gli specialisti di UX stanno lavorando su nuovi sistemi touch in grado di rendere le ricerche via mobile semplici ed intuitive.

3) L’integrazione  fra apps, e-commerce e social media diventerà la regola.

Basta farsi un giro su un profilo Instagram come questo per capire di cosa stiamo parlando (prova a cliccare nel link in bio, e poi fai un salto da quelli di Curulate per capire di cosa sto parlando). I software dedicati per l’integrazione sistemica fra social media, e-commerce e app sono già qui, l’unico vero problema è scegliere quello più efficace e con il rapporto qualità prezzo migliore. Il 2016 sarà poi, a quanto sembra, l’anno in cui i tasti shop now e dei buyable pin diventeranno virali.

4) le app diranno sempre di più chi siamo e quali sono i nostri stili di vita.

Nel 2016, le app faranno un salto di qualità. Le aziende ormai hanno a disposizione una tale quantità di competenze ed informazioni che ogni applicazione diventerà qualcosa di intimo, parte integrante della nostra vita di tutti i giorni. Pensare solo alle app per il meteo, le news, o a quelle degli orari di bus e treni o ancora quelle per il fitness o gli incontri al buio.

Questa iper specializzazione nella creazione di app, per converso, farà si che lo stile di vita delle persone sia definibile in ogni minimo particolare, permettendo di studiare comportamenti e abitudini come mai prima d’ora grazie alla registrazione ed elaborazione sistematica dei dati provenienti dalle banche dati che sottendono al miglioramento continuo di queste applicazioni.

Alessandro Bergamin
Alessandro Bergamin
Project Manager e Ceo di VoglioClienti, un' azienda innovativa che si occupa di strategie web per aumentare i clienti e le vendite. Appassionato di e-commerce e marketing, negli ultimi anni ha creato e gestito numerosi negozi online oltre che business paralleli.