Pochi likes e commenti inesistenti sulla tua pagina? Ecco 4 tattiche per essere sempre sul pezzo.

Pochi likes e commenti inesistenti sulla tua pagina? Ecco 4 tattiche per essere sempre sul pezzo.

Come prevedibile, la crescita esponenziale dei contenuti pubblicati sui social media sta ottenendo esattamente il risultato aspettato : minor tempo di esposizione medio dei post e una competizione esasperata che cerca le attenzioni di utenti sempre più esigenti e poco tolleranti nei riguardi di post-spam e contenuti mediocri.

Da questa evoluzione dell’ecosistema social, in buona sostanza, possiamo dedurre 3 cose :

a) La programmazione dei post negli orari “di punta” è essenziale per avere una visibilità quantomeno decente;

b) La qualità dei contenuti e la loro targetizzazione sono le discriminanti cruciali nel carpire e assecondare l’interesse del tuo pubblico;

c) L’interazione con fans e followers è fondamentale, la community è il vero motore di un brand che si differenzia con successo dalla concorrenza.

Detto ciò, vediamo come sfruttare a dovere gli assunti di cui sopra mettendo in pratica 5 tattiche tanto semplici quanto efficaci :

1) Gestisci il tuo Servizio Clienti tramite i Social Media.

Ci sono aziende che hanno creato addirittura profili a parte per gestire a dovere il loro Customer Service. Ovviamente, tu non devi spingerti a fare tanto, ma reclutare un Social Media Manager in grado di gestire messaggi e commenti in modo professionale, dando informazioni e consigli utili ai clienti, è ormai diventato un must per qualunque azienda voglia fare del social media marketing uno strumento efficace ed efficiente.

Nel caso volessi approfondire la faccenda o dire la tua a riguardo, ecco un mio articolo recente in cui spiego come creare un Customer Service che converte più dei tuoi ads.

2) Sfrutta i tuoi dipendenti come testimonials per costruire una community solida, utile propositiva.

Ne avevo gia parlato estesamente qui la settimana scorsa, ma il concetto va ribadito e sottolineato : i tuoi dipendenti sono una risorsa preziosa per l’azienda, rendili consapevoli della realtà aziendale che li circonda, spiega loro i tuoi obiettivi strategici, istruiscili sulle modalità di ingaggio e coinvolgili attivamente nella diffusione e discussione dei contenuti che pubblichi sulla tua pagina.

Ah, e non dimenticare di premiarli per il loro lavoro extra.

3) Recluta persone qualificate, creative, magari con una certa nomea, e lascia che facciano il loro lavoro, mettendoci sopra pure il loro nome.

Un esempio un po’ stiracchiato può essere quello degli articoli di un esperto del settore nel tuo blog o anche solo un post di successo creato da un collaboratore che però non vi va tanto a genio.

Assumere o coinvolgere professionisti riconosciuti nel settore, che ci mettono del loro in ogni contenuto che creano per voi, non è uno sbaglio o un segnale di poca professionalità o competenza. Non viene messa in atto nessuna esautorazione del vostro status quo di imprenditore-padrone-della-propria-azienda. Semplicemente sfruttate le competenze e il nome di qualcun altro per ottenere visibilità e credibilità, e lo fanno pure loro, quindi mettetevi il cuore in pace.

4) Sfrutta in modo sincronizzato la copertura organica e a pagamento dei tuoi post su Facebook.

In un recente articolo pubblicato su Contently viene evidenziato un drastico calo dell’engagement che interessa, stranamente, anche i Big Players dell’informazione ( New York Times e Refinery29, fra gli altri) e sembra destinato a seguire questo trend di disinteresse generalizzato per tutto il 2016.

Una soluzione efficace, prospettata dall’autore e testata dallo stesso team di Contently (azienda leader mondiale nella creazione, gestione e ottimizzazione di contenuti per il web, quindi non gli ultimi arrivati, per intenderci)  è quella di individuare il post che ha avuto più successo durante la settimana e spingerlo con una campagna a pagamento per aumentarne la visibilità.

 

 

 

Alessandro Bergamin
Alessandro Bergamin
Project Manager e Ceo di VoglioClienti, un' azienda innovativa che si occupa di strategie web per aumentare i clienti e le vendite. Appassionato di e-commerce e marketing, negli ultimi anni ha creato e gestito numerosi negozi online oltre che business paralleli.