Social media marketing in pillole: 3 accorgimenti di social engagement che pagano sul serio.

Social media marketing in pillole: 3 accorgimenti di social engagement che pagano sul serio.

Poco ma sicuro, ormai ti sarai reso conto che i followers dei tuoi profili social media sono uno dei “patrimoni” più importanti e potenzialmente redditizi della tua attività.

Che l’obbiettivo prefissato sia aumentare il riconoscimento del tuo business su Instagram o più semplicemente far crescere il numero di followers della tua pagina Facebook, questo articolo fa al caso tuo: oggi, infatti, vedremo nel dettaglio 3 tecniche di ingaggio (il cosiddetto engagement) sui social media che funzionano sul serio.

1) Personalizza il tuo approccio, crea una brand voice ben riconoscibile e comunica attivamente con la tua audience.

Per fare ciò, studia attentamente il tuo pubblico, identificane interessi (in questo senso è utile tenere traccia degli hashtag più utilizzati), abitudini online e adotta uno stile comunicativo che si allinei al loro. In questo modo, l’approccio iniziare sarà più semplice: saprai cosa postare e quando rispondere e/o commentare i contenuti degli utenti, e sopratutto come farlo per creare un’interazione sincera e diretta (in termini di lunghezza del testo, gergo, argomenti da trattare e tono da adottare).

Creato un dialogo continuativo con i tuoi followers, è tempo di capitalizzare la loro attenzione: ovviamente, la differenza fra una campagna di social media marketing di successo e una mediocre la puoi fare solo tu, mettendo in chiaro gli obbiettivi che vuoi ottenere e facendo leva sulle tue conoscenze di settore e la creatività che ci si aspetta da un imprenditore pieno di risorse. Una web agency come la mia, in questo senso, può mettere a disposizione le sue conoscenze per darti una mano a capire come progettare e condurre la campagna in modo efficace.

2) Metti il tuo prodotto nelle mani dei clienti, fai decider loro le caratteristiche del tuo servizio e coinvolgili nel tuo business come veri e propri partners commerciali.

Questo è una manovra che ha che fare con la natura stessa dei social media. Bisogna quindi accantonare il concetto di vendita per un attimo e mettersi nell’ordine di idee che i social basano il loro successo sulla creazione di relazioni fra persone, ossia quello che devi fare tu prima di poter pensare di vendere anche un solo prodotto/pacchetto di servizi.

Fermo restando che l’obbiettivo finale resta la conversione, una tecnica che funziona bene per coinvolgere attivamente i potenziali clienti è quella di donare il tuo prodotto/servizio in cambio di una precisa azione (la cosiddetta call to action) che crei un’interazione genuina fra brand e consumatore, dando l’opportunità a quest’ultimi di interagire con il tuo business (ad esempio, chiedendo loro di scegliere il nuovo gusto delle patate al forno spezzate che prepara il tuo ristorante con una votazione attraverso un post) e quindi di aumentarne il riconoscimento.

3) Crea un hashtag brandizzato, fissa un obbiettivo preciso e definisci attentamente il metodo di ingaggio con la tua target audience.

L’hashtag brandizzato funziona essenzialmente come un filtro: è indispensabile per riconoscere i contenuti della tua campagna online, siano essi prodotti da te o dai tuoi followers. Se a questo targeting dei contenuti si affianca una pianificazione attenta del metodo di ingaggio con la tua target audience e si fissano degli obbiettivi precisi, il quadro entro cui scatenare la tua creatività per una campagna di social media marketing sarà ben definito, aumentandone enormemente le possibilità di successo.

 

Alessandro Bergamin
Alessandro Bergamin
Project Manager e Ceo di VoglioClienti, un' azienda innovativa che si occupa di strategie web per aumentare i clienti e le vendite. Appassionato di e-commerce e marketing, negli ultimi anni ha creato e gestito numerosi negozi online oltre che business paralleli.